Venerdì, 19 Maggio 2017 00:00

La Guardia di finanza intercetta due gommoni carichi di marijuana al largo di Bari e Brindisi. Quattro arresti

Oltre tre tonnellate di marijuana sono state sequestrate dai militari del Roan della guardia di finanza di Bari nel corso di due diverse operazioni nel corso delle quali sono stati tratti in arresto quattro scafisti albanesi, al largo dei litorali di Bari e Brindisi. Le unità navali delle fiamme gialle impegnate nel pattugliamento del Canale d’Otranto, sono state supportate dai mezzi del gruppo Aeronavale di Taranto, che svolge funzioni di Centro di Coordinamento Locale Frontex per l’operazione “Triton”. Le motovedette della Finanza hanno intercettato i mezzi e dopo un inseguimento reso ancor piu' complicato dal mare mosso, li hanno fermati e abbordati. Nelle acque baresi e' stato intercettato un gommone di 9 metri con due motori da 300 Hp, che trasportava 79 colli di varie dimensioni per un totale di 1.708 chilogrammi di marijuana mentre l’altro, di circa 8 metri dotato di due potenti motori, e' stato bloccato al largo di Villanova di Ostuni, con a bordo 77 colli adeguatamente celati da un grosso telone, per complessivi 1.413,50 chilogrammi di marijuana. La droga, se immessa sul mercato, avrebbero fruttato oltre 30 milioni di euro. Sono in corso approfondite indagini in collaborazione con le autorità di Polizia albanesi, per il tramite del Nucleo di Frontiera Marittima della Guardia di Finanza di stanza a Durazzo, con il coinvolgimento del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia del Ministero dell’Interno italiano, finalizzate ad individuare le organizzazioni responsabili dell’illecito traffico.

Ultimi da