Venerdì, 19 Maggio 2017 00:00

Dal 22 al 26 maggio arrivano a Brindisi studenti da tutta l'Europa per il progetto Erasmus pus

Giovanissimi studenti greci, polacchi, rumeni, spagnoli e turchi saranno nella nostra città dal 22 al 26 maggio grazie all’Erasmus Plus, programma di mobilità dell’Unione europea per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport, e all’I.C. Sant’Elia-Commenda di Brindisi che ne è protagonista con il progetto biennale Healthy Eating- Active Living 2016-2018, incentrato sulla sana alimentazione e i corretti stili di vita. Priorità del progetto, in accordo con le strategia Europa 2020, sono il potenziamento delle competenze di base degli alunni, l’arricchimento della professionalità docente, il miglioramento della qualità e dell’efficacia dell’insegnamento/apprendimento. Sei i Paesi coinvolti nella mobilità e nello scambio culturale: Grecia, Italia, Polonia, Romania, Spagna, Turchia. 35 gli alunni, di età compresa trai 10 e i 14 anni, che arriveranno a Brindisi con 14 docenti accompagnatori. Dopo gli incontri che hanno visto spostarsi i docenti coordinatori e il loro staff in Romania, Grecia e Turchia, ora tocca agli studenti, sette per ciascuno degli Stati che affiancano l’Italia, viaggiare ed essere ospiti della nostra città presso 26 famiglie degli alunni frequentanti il Comprensivo della Dirigente Prof.ssa Lucia Portolano, il solo nel capoluogo a poter vantare un programma Erasmus nell’offerta formativa dell’anno scolastico in corso. Un progetto importante e impegnativo - sottolinea la Dirigente - ma anche un’esperienza indimenticabile per genitori e ragazzi accoglienti e un’occasione unica di crescita per l’intero istituto, una porta spalancata sul mondo. Va detto che la Scuola Secondaria di I grado di via Mantegna non è nuova agli scambi culturali. Lo scorso mese di aprile, infatti, per il progetto FLYING TO FRANCE alcuni alunni delle classi terze sono partiti, destinazione Tolosa, Francia, ospiti delle famiglie dei ragazzi francesi del collège privè Notre Dame di Baraqueville. Fitto il programma che la prof.ssa Paola Manfreda, coordinatrice del progetto Erasmus fortemente voluto per la sua scuola, ha stilato per gli ospiti europei, supportata dal suo team e da tutto il personale docente che si è interamente mobilitato a sostegno delle iniziative previste. Lunedì 22: accoglienza dei ragazzi a scuola, tanti giochi per sciogliere il ghiaccio in mattinata e un pomeriggio da trascorrere in quelle che saranno, per breve tempo, le loro famiglie. Nella giornata del 23, nell’auditorium della scuola secondaria di I grado nel quartiere Sant’Elia, è prevista una conferenza per la restituzione dei risultati di quanto fatto nel primo anno di progetto: gli esperimenti sugli stili di vita, il festival europeo del cibo, un ebook contenente le ricette dei cibi salutari tradizionali di ogni Paese partecipante realizzato proprio dai docenti italiani. E, visto il tema del progetto, non poteva mancare una degustazione dei piatti della tradizione locale. Tanto lavoro, dunque, in cui sono stati impegnati, a partire dal mese di settembre, alunni e professori delle seconde classi dei plessi Mantegna e Crudomonte e non solo. Healthy Eating- Active Living è stato il filo conduttore di tante entusiasmanti attività svolte in tutte le classi dei tre ordini del Comprensivo Sant’Elia-Commenda. Nei successivi giorni di permanenza degli studenti, alle attività didattiche svolte a scuola si alterneranno iniziative aperte al territorio: il laboratorio “Inventa gusti e colori” presso la Coop, un tour alla scoperta di Brindisi affiancati da guide d’eccezione, gli studenti del Liceo linguistico Palumbo, che descriveranno ai visitatori le meraviglie della città e un’intera giornata ad Alberobello per ammirare i suoi trulli, patrimonio dell’UNESCO. Un prezioso contributo all’organizzazione del soggiorno in città è stato offerto anche dall’Istituto Alberghiero e dal Liceo Linguistico e delle Scienze Umane, già partner del comprensivo per altre iniziative. Ci sarà anche occasione di far conoscere a studenti e accompagnatori i parchi del capoluogo, il Cillarese e il Cesare Braico, in concomitanza, in quest’ultimo caso, con la “Festa Arcobaleno” organizzata dal Consiglio Comunale dei Ragazzi per mercoledì 24. Ore da trascorrere tra sport e divertimento per i ragazzi europei in mezzo alla parte più bella e sana della nostra città, i piccoli cittadini attivi di Brindisi. Finalità dell’Erasmus è, certo, fare in modo che l'apprendimento permanente e la mobilità divengano una realtà dell’istruzione e della formazione, ma anche promuovere l'equità, la coesione sociale e la cittadinanza attiva nonché incoraggiare creatività e innovazione. L’Istituto Comprensivo Sant’Elia Commenda si augura, quindi, di arricchire con queste iniziative non solo i suoi alunni ma un’intera città i cui monumenti, solo qualche giorno fa, si sono illuminati per celebrare i trenta anni di vita di un programma che ha cambiato la vita a milioni di giovani. Prof.ssa Monica Pollio

Ultimi da